iPrintdifferent indica le regole per avere biglietti da visita perfetti

I biglietti da visita hanno il compito di rappresentare un’azienda e di rappresentarla, per questo la loro stampa e realizzazione richiede regole precise.
I biglietti da visita sono una degli strumenti di marketing più antichi ed utilizzati con oltre 200 anni di storia alle spalle. I primi esemplari stampati circolare in qualità di strumento di promozione personale addirittura fino alla metà del XXVIII secolo in Francia e in Italia. Nel corso dei decenni successivi ovviamente le tecniche di realizzazione si sono affinate e oggi l’uso che se ne fa rientra all’interno di strategie di marketing ben strutturate a livello aziendale.
Il biglietto è la prima forma di comunicazione visiva che l'azienda manda all'esterno e molto spesso è lo specchio dell'azienda stessa.
Nel marketing l’immagine è praticamente tutto e un buon biglietto da visita professionale è l’esempio più lampante del ruolo che il fattore estetico riveste nel rapporto tra l’azienda e i suoi clienti. Logicamente anche i contenuti hanno la loro importanza ma nel caso delle business card l’aspetto visivo e il modo in cui si presentano sono indubbiamente determinanti nell’approccio con il pubblico.
Attualmente è possibile realizzarli anche direttamente sul web, come ad esempio sul portale di iPrintdifferent.com, che offre diversi servizi tra cui la stampa di biglietti da visita, depliant, pieghevoli e brochure


Scopriamo allora insieme quali sono i principi da rispettare nella fase di progettazione, realizzazione e stampa di biglietti da visita vincenti:

Creatività e dimensioni da rispettare
Non esistono limiti alle soluzioni creative e fantasiose che potete adottare per la vostra business card. Tuttavia vanno rispettate le dimensioni riconosciute come standard per un biglietto da visita che sono 8,5×5,5.
Entro questi limiti potete dare spazio alla vostra fantasia tenendo tuttavia sempre in mente qual è lo scopo ultimo di un buon biglietto da visita: dire chi siete, chi è la vostra azienda e fornire informazioni di contatto semplici e chiare.

Quali sono le informazioni da inserire
I contenuti e soprattutto la loro organizzazione sono fondamentali. La regola è “non dire tutto, ma solo l’essenziale”. Non ha alcun senso “infarcire” il vostro biglietto da visita professionale con informazioni dettagliate. Sarà sufficiente inserire: nome o logo dell’azienda, vostro nome e ruolo, indirizzo, numero di telefono, email. Ricordate: sito web e contatti social sono le info da includere in una business card di qualità.

Inserire sempre un po’ di colore
I biglietti da visita più diffusi sul mercato sono quelli a due colori. Tuttavia con le tecniche di stampa a disposizione oggi non ci sono limiti all’uso del colore. Tuttavia è bene non esagerare con la fantasia e assicurarsi sempre che le vostre scelte siano coerenti con l’immagine aziendale.

Non perdere mai di vista la leggibilità
In questo senso la scelta del carattere tipografico è fondamentale. Per ottenere un biglietto da visita professionale è meglio evitare i fonts più fantasiosi e particolari (a meno che la vostra attività non lo richieda) a favore di linee più semplici e pulite.
Prestare attenzione alle rifiniture
Se avete come obiettivo quello di trasmettere di voi un’immagine elegante e raffinata si possono prendere alcuni accorgimenti in grado di rendere il vostro biglietto da visita professionale davvero unico come ad esempio la stampa a raggi ultravioletti, l’inchiostro metallico

Come utilizzare ed inserire le immagini
Può essere una buona strategia includere un’immagine all’interno del vostro biglietto da visita dal momento che può aiutare il cliente a ricordare chi siete, per chi lavorate e che cosa offrite: potrebbe essere il vostro primo piano, una foto ufficiale dell’azienda, il logo (scelta più comune) o anche il principale prodotto della vostra offerta.
copyright GIGA Publishing